IMG_20210114_104340
Scuola dell'Infanzia di Valle Mosso / Crocemosso

Progetto "Un parco per amico"

Il progetto nasce con la motivazione di far riconoscere concretamente la trasformazione del paesaggio nelle varie stagioni, attraverso l'osservazione dell'ambiente naturale e in particolar modo dei cambiamenti della flora e della fauna. Sarà anche possibile osservare la crescita di alcuni ortaggi e piante aromatiche, grazie alla presenza nel parco di alcuni appezzamenti coltivati dai bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria. Queste osservazioni saranno lo spunto iniziale per coltivare a scuola una piccola parte di terreno a fragole e creare vasi con fiori, permettendo così ai nostri bambini di sperimentare le azioni della piantumazione e della cura di piccole piante. Inoltre potranno sperimentare vari percorsi attraverso l'uso dei sensi, sviluppando l'intelligenza cinestetica (una delle intelligenze espresse da Howard Gardner), attraverso esperienze concrete che interessano tutto il corpo e imparando facendo.

Finalità

  • Valorizzare le risorse del territorio
  • Favorire atteggiamenti e comportamenti etici rispettosi della “cosa pubblica” e della natura
  • Coltivare e prendersi cura di piccole piante e/o fiori ornamentali
  • Dare spazio e sviluppare l'intelligenza cinestetica

Obiettivi

  • Imparare ad osservare e ascoltare la natura
  • Esplorare il proprio territorio, tenendo conto delle esigenze proprie e degli altri
  • Usare i sensi, diventando protagonisti attivi dell'agire
  • Sperimentare situazioni di equilibrio e disequilibrio con il proprio corpo.
  • Lasciare libero spazio alle emozioni e sensazioni vissute dai bambini

Attività

  • La metodologia principale sarà quella del gioco attraverso cui è possibile sviluppare la conoscenza del reale e del mondo circostante, imparando a cooperare e a collaborare. Risulteranno altresì utili l'approccio percettivo-emotivo e quello cinestetico-corporeo. 
20210312_101153
Scuola Primaria di Valle Mosso

Progetto "Ci facciamo l'orto"

La scuola Primaria di Valle Mosso, nell’ambito del progetto “Vivi il parco” si propone di adottare lo spazio comunale del Parco Reda per almeno un triennio per le proprie attività didattiche di laboratorio.

Finalità

Creare e coltivare un orto.
Si vuole proporre un percorso formativo che a partire dalla semina in ambiente protetto, messa a dimora e alla maturazione, mostri le varie fasi di crescita e sviluppo delle essenze orticole. Inoltre si vuole proporre la messa a dimora di alcune piante aromatiche e floreali.

Obiettivi

  • Mostrare ai bambini come si prepara il terreno per la messa a dimora delle piante (terra, humus, materia organica, ricavato da composter), il ruolo dell’acqua della luce e del calore del sole.
  • Favorire l’apprendimento e la conoscenza dei cicli di nascita e sviluppo delle orticole, della loro cura e raccolta.
  • Proporre un percorso sensoriale attraverso la conoscenza delle piante aromatiche e delle essenze floreali

Attività

  • Al fine di generare continuità e poter gestire al meglio gli orti, si intende studiare un progetto integrato per coinvolgere i cittadini in un’attività congiunta con la scuola.
  • Preparazione in itinere di un “DIARIO DI VIAGGIO...” cartaceo e digitale in cui i bambini attraverso il racconto delle esperienze fatte permetteranno alle ‘persone interessate di condividere la loro esperienza.
Secondaria-di-I-Grado-Mandala-2-
Scuola Secondaria di Primo Grado di Valle Mosso

Progetto "Vivi il Parco"

La scuola Secondaria di Valle Mosso, nell’ambito del progetto “Vivi il parco” si propone di adottare lo spazio comunale del Parco Reda per almeno un triennio per le proprie attività didattiche di laboratorio.

Il parco sarà il luogo del cuore per le classi della scuola Secondaria iscritte al progetto classe Amica Fai e sarà dunque anche luogo simbolo del progetto FAI “apprendisti Ciceroni”, attraverso il quale gli studenti faranno conoscere gli aspetti naturalistici, culturali, storici e artistici del luogo.

Finalità

“Imparare facendo”, sviluppare la manualità e il rapporto reale e pratico con gli elementi naturali e ambientali, “prendersi cura di”, imparare ad aspettare, cogliere il concetto di diversità, lavorare in gruppo.

Far rinascere una risorsa ambientale e storica rendendo i ragazzi responsabili del patrimonio del territorio di Valle Mosso-Valdilana.

Obiettivi

  • Formare cittadini responsabili e attivi
  • Promuovere la partecipazione alla vita civica, culturale e sociale della comunità
  • Indurre al rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri
  • Promuovere apprendimenti che fortifichino il senso di cittadinanza
  • Educare alla tutele e alla consapevolezza del rispetto del patrimonio ambientale, culturale e artistico del proprio territorio
  • Preparare ad accogliere le sfide del presente e dell’immediato futuro
  • Sviluppare competenze di cittadinanza così come previsto

Attività

  • Orto in serra
  • Recupero area pic-nic
  • Percorso sensoriale
  • Fanta-percorso emozionale

“Là dove coltivi la rosa non può crescere il cardo“
Frances Hodgson Burnett

Finalità

La finalità è creare e coltivare un orto.

Si vuole proporre un percorso formativo che a partire dalla semina in ambiente protetto, messa a dimora e alla maturazione, mostri le varie fasi di crescita e sviluppo delle essenze orticole. Inoltre si vuole proporre la messa a dimora di alcune piante aromatiche e floreali.

Obiettivi

  • Mostrare ai bambini come si prepara il terreno per la messa a dimora delle piante (terra, humus, materia organica, ricavato da composter), il ruolo dell’acqua della luce e del calore del sole.
  • Favorire l’apprendimento e la conoscenza dei cicli di nascita e sviluppo delle orticole, della loro cura e raccolta.
  • Proporre un percorso sensoriale attraverso la conoscenza delle piante aromatiche e delle essenze floreali

Attività

  • Approfondimenti sul tema in classe
  • Preparazione dell'area
  • Messa a dimora dei semi
  • Attività di semina e germinazione in classe
  • Trapianto delle piante orticole, aromatiche e di fiori
  • Creazione di un erbario
  • Attività fotografica e di classificazione